Febbraio 2022 - Studio Montanaro


Dopo la repentina chiusura di qualche giorno fa, oggi è stato pubblicato sul bollettino della regione Puglia il nuovo Bando Nidi 2022, la misura agevolativa gestita da Puglia Sviluppo S.p.A. che ha l’obiettivo di agevolare la nascita e lo sviluppo di nuove realtà imprenditoriali in Puglia.
 


ATTIVITA’ AGEVOLABILI

L’agevolazione è riservata:

  • a imprese da costituire o costituite da meno di 6 mesi;
  • alle altre imprese purchè riguardino:
    • passaggio generazionale;  
    • rilevamento di impresa in crisi o di impresa confiscata da parte dei dipendenti;
    • cooperative sociali assegnatarie di beni immobili confiscati;  
    • beneficiarie della misura “PIN – Pugliesi Innovativi”.  

Le aziende finanziabili devono rientrare in una di queste categorie:

  • Società Giovanili, partecipate interamente da giovani con età compresa tra i 18 e i 35 anni alla data della domanda preliminare e composte per almeno il 50%, sia del capitale sia del numero di soci, da soggetti che non siano: dipendenti di altre imprese con contratto a tempo indeterminato superiore alle 20 ore settimanali, pensionati, titolari o amministratori di altra impresa;
  • Imprese Femminili sia in forma di impresa individuale che di società, partecipate interamente da donne di età superiore a 18 anni e composte per almeno il 50%, sia del capitale sia del numero di soci, da soggetti che non siano: dipendenti di altre imprese con contratto a tempo indeterminato superiore alle 20 ore settimanali, pensionati, titolari o amministratori di altra impresa;
  • Nuove Imprese, partecipate per almeno il 50%, sia del capitale sia del numero di soci, da soggetti appartenenti ad almeno una delle seguenti categorie:
    1. giovani con età tra 18 anni e 35 anni;
    2. donne di età superiore a 18 anni;
    3. soggetti che non abbiano avuto rapporti di lavoro subordinato nell’ultimo mese;
    4. persone in procinto di perdere un posto di lavoro;
    5. i titolari di partita IVA non iscritti al Registro delle imprese che, nei 12 mesi antecedenti la presentazione della domanda telematica preliminare, abbiano emesso fatture per un imponibile inferiore a €15.000;
    6. i soci lavoratori e gli amministratori di cooperative sociali assegnatarie di beni immobili confiscati;
    7. i soci e amministratori delle imprese, costituite in forma di società, che abbiano firmato l’atto di impegno e regolamentazione dei rapporti nell’ambito del progetto finanziato dall’Avviso pubblico “PIN – Pugliesi Innovativi”.
  • Imprese Turistiche in possesso dei medesimi requisiti previsti per le Nuove Imprese.

 

SETTORI MERCEOLOGICI AMMESSI

I settori merceologici agevolabili sono:

  1. Manifatturiero;
  2. costruzioni ed edilizia;
  3. riparazione di autoveicoli e motocicli;
  4. affittacamere e bed & breakfast;
  5. ristorazione con e senza cucina;
  6. servizi di informazione e comunicazione;
  7. attività professionali, scientifiche e tecniche;
  8. agenzie di viaggio;
  9. servizi di supporto alle imprese;
  10. istruzione;
  11. sanità e assistenza sociale non residenziale;
  12. attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento (sono escluse le attività delle lotterie, scommesse e case da gioco);
  13. attività di servizi per la persona;
  14. commercio elettronico;
  15. commercio solo in caso di imprese confiscate.

In allegato file contenente tutti i Codici Ateco agevolabili.

 

SPESE AGEVOLABILI

Sono agevolabili gli acquisti di beni durevoli quali:

  • macchinari di produzione, impianti, attrezzature varie e automezzi di tipo commerciale;
  • programmi informatici non personalizzati;
  • opere edili e assimilate;
  • sviluppo di piattaforme B2B e B2C, sistemi di e-commerce proprietari e app mobile, nella misura massima di € 5.000 e solo per società Giovanili e le Imprese Femminili;
  • strumenti tecnologici connessi all’attività e finalizzati all’innovazione dei processi organizzativi e dei servizi per gli ospiti *solo per aziende turistiche*;
  • sviluppo di piattaforme e app mobile, anche per la gestione di sistemi di prenotazione elettronica, nella misura massima di € 5.000*solo per aziende turistiche*;
  • interventi per migliorare l’accessibilità della struttura alle persone con disabilità*solo per aziende turistiche*;
  • mezzi di locomozione sostenibile destinati agli ospiti*solo per aziende turistiche*.

Le spese di gestione agevolabili invece sono:

  • acquisto materie prime, semilavorati, materiali di consumo;
  • locazione di immobili o affitto apparecchiature di produzione;
  • utenze;
  • polizze assicurative;
  • canoni ed abbonamenti per l’accesso a banche dati, per servizi software, servizi “cloud”, servizi informativi, housing, registrazione di domini Internet, servizi di posizionamento sui motori di ricerca, acquisto di spazi per campagne di Web Marketing; servizi di personalizzazione di siti Internet acquisiti da impresa operante nel settore della produzione di software, consulenza informatica e attività connesse;
  • spese per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale e collettiva.

 

CARATTERISTICHE AGEVOLAZIONE

L’agevolazione si suddivide in una quota a fondo perduto e una quota in finanziamento a tasso zero con percentuali che variano in ragione dell’entità dell’investimento effettuato.
L’investimento massimo agevolabile è pari a € 150.000,00 che si elevano a € 250.000,00 nel caso di rilevamento di imprese pre-esistenti.
In più viene concesso un ulteriore contributo a fondo perduto per la copertura delle spese di gestione che può arrivare fino a € 15.000,00


MODALITÀ PRESENTAZIONE DOMANDE

Le istanze di accesso al bando devono essere inoltrate telematicamente a partire da oggi sul portale sistema.puglia.it


Pubblicato in Lettere Informative


La Camera di commercio dell'Emilia-Romagna e la Regione Emilia-Romagna intendono finanziare, tramite l’utilizzo di contributi a fondo perduto, progetti presentati da singole imprese per la promozione dei propri prodotti in uno o due mercati esteri.

Sono agevolabili percorsi di rafforzamento della presenza all’estero e/o sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero (a partire da quelli innovativi basati su tecnologie digitali), che riguardano spese, sostenute dal 01/01/2022 al 31/12/2022, per:

   A) TEMPORARY EXPORT MANAGER E DIGITAL EXPORT MANAGER;
   B) CERTIFICAZIONI;
   C) INCONTRI IN PRESENZA O VIRTUALI A DISTANZA, CON
        OPERATORI DEI PAESI ESTERI TARGET INDIVIDUATI NEL
        PROGETTO IN ITALIA O ALL’ESTERO;
   D) FIERE E CONVEGNI;
   E) MARKETING DIGITALE;
   F) BUSINESS ON LINE;
   G) SITO WEB AZIENDALE;
   H) MATERIALE PROMOZIONALE.


ENTITÀ DELL’AGEVOLAZIONE
L’agevolazione è erogata sotto forma di contributo a fondo perduto del 50% delle spese agevolabili per un massimo di euro 15.000,00 e minimo di euro 5.000,00.


SOGGETTI BENEFICIARI
Possono accedere al Bando le micro, piccole e medie imprese iscritte alla CCIAA entro il 2019; aventi sede legale e/o unità locali in Emilia-Romagna; che svolgono attività̀ manifatturiere e che hanno un fatturato minimo nell’ultimo bilancio disponibile di euro 500.000,00.


MODALITÀ DI INVIO CANDIDATURE
È possibile presentare istanza telematicamente dalle ore 9:00 del 10 febbraio 2022 fino alle ore 14:00 del 1° marzo 2022.

Pubblicato in Lettere Informative
Venerdì, 11 Febbraio 2022 17:56

Fondo Regionale per la crescita Campania



Sviluppo Campania Spa ha pubblicato il Bando “FRC – Fondo regionale per la crescita” consistente in un Finanziamento in parte a fondo perduto e in parte a tasso agevolato a sostegno delle micro e piccole imprese campane per investimenti in macchinari, impianti, beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione.


BENEFICIARI E REQUISITI DI AMMISSIBILITA’

Possono accedere al Bando Piccole e microimprese e Liberi professionisti che alla data di presentazione della domanda, non svolgono la loro attività nei settori dell’Agricoltura, Pesca e Acquacoltura e che dimostrino di avere capacità di restituzione del finanziamento oggetto del Bando.


INTERVENTI AMMISSIBILI

Sono ammissibili al presente Avviso tre tipologie di interventi da realizzare sul territorio della Regione Campania e relativi a:

  • Digitalizzazione e Industria 4.0;
  • Sicurezza e sostenibilità sociale e ambientale;
  • Nuovi modelli organizzativi.

Gli interventi proposti devono prevedere un programma di spesa, compreso tra un importo minimo di 30.000,00 Euro e un importo massimo 150.000,00 Euro, che riguarda investimenti in:

  • Impianti e macchinari;
  • Opere di impiantistica nel limite del 10% dell’investimento complessivo ammissibile;
  • spese per il conseguimento delle certificazioni nel limite massimo del 30% dell’investimento complessivo ammissibile;
  • Software, sistemi, piattaforme, applicazioni e programmi informatici funzionali alle esigenze gestionali e produttive dell’intervento;
  • Spese amministrative, spese per studi di fattibilità, oneri per il rilascio di attestazioni tecnico- contabili e garanzie a copertura della restituzione del finanziamento nel limite massimo del 10% dell’investimento complessivo ammissibile.

ENTITA’ DI AGEVOLAZIONE

L’agevolazione è pari al 100% del programma di spesa ammissibile diviso in:

  • 50% a fondo perduto;
  • 50% con finanziamento a tasso zero di 6 anni di cui uno di preammortamento.

MODALITA’ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

La domanda può essere presentata telematicamente dalle ore 12:00 del giorno 10 febbraio 2022 e fino alle ore 12:00 del giorno 14 marzo 2022

Pubblicato in Lettere Informative
Martedì, 01 Febbraio 2022 08:40

GREEN PASS - le regole oggi in vigore

Qui di seguito si riporta una tabella riassuntiva delle regole dove si evince che è ampliata la platea dei titolari delle attività cui spetta  l'obbligo di controllare il documento (in caso di omesso controllo scatta la sanzione amministrativa  da  € 400 a € 1.000 cui si aggiunge la possibile chiusura temporanea dell’esercizio).
Si ricorda infine che:
- dall’8 gennaio 2022 è in vigore l’obbligo vaccinale per tutti coloro che hanno compiuto 50;
- dal 10 gennaio 2022   il green pass rafforzato (2) è obbligatorio per i lavoratori dipendenti impiegati presso strutture e attività di cui all'articolo 9-bis, del decreto-legge n.  52 del 2021 per le quali è richiesto il cd. green pass “rafforzato”(tra cui, a titolo esemplificativo, alberghi, convegni, congressi, sagre, ristoranti, musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre; piscine, centri natatori, palestre,  centri benessere, centri  termali, parchi tematici e di divertimento, centri  culturali,  centri  sociali  e  ricreativi, sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò) è richiesto solo il green pass “base” e non quello rafforzato, che sarà invece obbligatorio per i soli lavoratori ultracinquantenni, a decorrere dal 15 febbraio 2022;
- dal 20 gennaio il green pass base  (1) è obbligatorio per accedere ai servizi alla persona;

- dal 15 febbraio il green pass rafforzato (2) (vaccinazione o guarigione) sarà esteso ai lavoratori pubblici e privati dai 50 anni di età, per l’accesso ai luoghi di lavoro;

                                           documento
richiesto
       note                        
Banche, uffici finanziari green pass base    (1)
Caserme    (5) 
Commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti
per animali domestici in esercizi specializzati 
   (3) 
Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari    (3) 
Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione
in esercizi specializzati 
   (3) 
Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento    (3) 
Commercio al dettatio di generi alimentari    (3) 
Commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati
(farmacie, parafarmacie e altri esercizi specializzati di medicinali
non soggetti a prescrizione medica).
   (3) 
Commercio al dettaglio di prodotti surgelati    (3) 
Ipermercati, supermercati, discount di alimentari,
minimercati e altri esercizi di alimenti vari
   (3)  (4)
Commercio al dettaglio di articoli medicinali e ortopedici in esercizi specializzati    (3) 
Commercio al dettaglio di materiale per ottica.    (3) 
Lavanderie green pass base    (1)
Negozi di abbigliamento green pass base     (1)
 Servizi alla persona
  Barbieri
  Centri estetici
  Parrucchieri
green pass base    (1)
Studi medici  -
Studi veterinari -
Tabaccari green pass base    (1)
Uffici giudiziari -  (5) 
Uffici postali green pass base   (1)
Uffici pubblici green pass base    (1)

(1)  ottenuto a seguito di vaccinazione, guarigione, test antigenico rapido o molecolare con risultato negativo.
LaCertificazione verde COVID-19 non è richiesta alle seguenti categorie di persone:

- bambini sotto i 12 anni;
-soggetti esenti per motivi di salute dalla vaccinazione sulla base di idonea certificazione medica. Fino al 28 febbraio 2022 (termine prorogato con Circolare del Ministero della Salute del 25 gennaio 2022  salvo nuove disposizioni), possono essere utilizzate le certificazioni di esenzione in formato cartaceo rilasciate, a titolo gratuito, dai medici vaccinatori dei Servizi vaccinali delle Aziende ed Enti dei Servizi sanitari regionali o dai Medici di medicina generale o Pediatri di libera scelta dell’assistito che operano nell’ambito della campagna di vaccinazione anti-SARS-CoV-2 nazionale, secondo le modalità e sulla base di precauzioni e controindicazioni definite dalla Circolare Ministero della Salute del 4 agosto 2021: apre una nuova finestra. Sono validi i certificati di esenzione vaccinali già emessi dai Servizi sanitari regionali sempre fino al 28 febbraio 2022, salvo nuove disposizioni;

- cittadini che hanno ricevuto il vaccino ReiThera (una o due dosi) nell’ambito della sperimentazione Covitar fino al 28 febbraio 2022, salvo nuove disposizioni. Resta valida la certificazione rilasciata dal medico responsabile del centro di sperimentazione in cui è stata effettuata in base alla Circolare del Ministero della Salute 5 agosto 2021;
- persone in possesso di un certificato di vaccinazione anti SARS-Cov-2 rilasciato dalle competenti autorità sanitarie della Repubblica di San Marino, fino al 28 febbraio 2022, nelle more dell'adozione della circolare del Ministero della salute che definisce modalità di vaccinazione in coerenza con le indicazioni dell'Agenzia europea per i medicinali (Decreto legge 6 agosto 2021 n.111; il termine è stato prorogato con Decreto legge 30 dicembre 2021 n.228).
(2)  ottenuto a seguito di vaccinazione o guarigione (non include, quindi, l’effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare)
(3)  Con il DPCM del 21.01.2022 sono state individuate le "esigenze essenziali e primarie per ilsoddisfacimento delle quali non e' richiesto il possesso di una delle Certificazioni verdi COVID-19."

(4) «Per l’acquisto di qualsiasi tipo di merce, anche se non legata al soddisfacimento delle esigenze essenziali»
(5) per attività indifferibili quali le denunce.

Pubblicato in Lettere Informative

Lo Studio Montanaro opera su tutto il territorio nazionale nel settore della consulenza Tributaria, Societaria, Aziendale, Contabile e del Lavoro.

Forniamo servizi professionali qualificati alla piccole/medie aziende, ai grandi gruppi societari ed alle persone fisiche.

Area Privata Clienti

Contatti

Studio Montanaro
Via Prof. Francesco Milano, 1
76125 Trani (BT)
0883 491900
0883 491001
0883 491900
0883 491001
lun, mer, gio: 9:00/12:30 16:00/19:30
mar, ven: 9:00/12:30
P.IVA 03113370724